Home

Il progetto DAE118ER

Il nostro progetto

Ogni anno, in Italia, oltre 50.000 persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. Intervenendo rapidamente con la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione molte di esse potrebbero essere salvate.

Defibrillare entro 3-5 minuti dall'inizio dell'arresto cardiaco può portare la sopravvivenza fino al 50-70%.
Ma se nessuno interviene, le loro probabilità di sopravvivenza calano del 10-12% per ogni minuto che passa.

In caso di arresto cardiaco l'intervento precoce da parte delle persone presenti sul posto, attraverso le prime manovre di rianimazione e l'utilizzo dei defibrillatori semiautomatici, può rivelarsi decisivo per la sopravvivenza del paziente.

Grazie all'uso del defibrillatore, azionato anche da qualsiasi cittadino formato al suo utilizzo, si può raddoppiare o triplicare la sopravvivenza in seguito ad arresto cardiaco-respiratorio, se utilizzato nei primi minuti di arresto cardiaco.

Per questa ragione è necessario incentivare azioni di "defibrillazione precoce territoriale" da parte di personale non sanitario.

L'App DAE RespondER

L'App DAE RespondER ha molteplici funzioni:

Per vedere come funziona l'App vai al Tutorial nella sezione Documenti


Catena della sopravvivenza

La catena della sopravvivenza - © ERC

Progetto DAE 118 Emilia Romagna

Web site sviluppato per 118 Emilia Romagna da Nowhere | App e integrazione Engineering