Kids Save Lives

Imparare come salvare una vita

Scopri di più

Progetto

Introduzione

L’arresto cardiaco è un importante problema sanitario in Europa e in tutto il mondo.

Ogni anno oltre 400.000 persone in Europa e 60.000 in Italia sono colpite da arresto cardiaco.

Nel 70% dei casi l’arresto cardiaco è testimoniato da non sanitari che possono iniziare le manovre di rianimazione cardiopolmonare (RCP).

Se i testimoni di un arresto cardiaco iniziano la RCP prima dell’arrivo dell’ambulanza, le possibilità di sopravvivenza della vittima aumentano di due/tre volte rispetto ai casi in cui la RCP non viene iniziata.

ll progetto “Kids save lives: imparare come salvare una vita” è promosso da Azienda USL di Bologna in collaborazione con Italian Resuscitation Council e con il supporto di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. L'obiettivo principale è quello di sensibilizzare e formare la popolazione scolastica, di promuovere comportamenti adeguati nella gestione delle emergenze cardiorespiratorie e promuovere attività di primo soccorso attraverso la realizzazione di incontri di sensibilizzazione.

Obiettivi

L'obiettivo del progetto è creare una cultura della solidarietà negli studenti in modo da stimolare la capacità di intervenire in caso di arresto cardiaco con la rianimazione cardiopolmonare e non aver timore nel farlo, la capacità di utilizzare un defibrillatore semi-automatico e non essere spaventati nel farlo.

Obiettivo ulteriore e quello di portare a conoscenza della popolazione la possibilità di diventare un soccorritore occasionale utilizzando l’app DAE RespondER.

Strumenti

Il progetto prevede l’implementazione e la validazione di una innovativa modalità di sensibilizzazione, informazione e formazione attraverso l’utilizzo di App interattive e tecnologie di Realtà Virtuale (Un Picnic Mozzafiato VR e School of CPR VR). Durante gli eventi di sensibilizzazione verranno organizzate stazioni di auto-apprendimento con la App “Un Picnic Mozzafiato VR” dedicata alla Scuola Primaria e stazioni di auto-apprendimento con la App “School of CPR VR” dedicata alla Scuola Secondaria.

In parallelo, durante gli eventi formativi, verranno utilizzate presentazione frontali e stazioni di addestramento con simulatori tradizionali per insegnare le manovre di rianimazione cardiopolmonare e disostruzione delle vie aeree.

Nuova legge di sistema sulla gestione dell’arresto cardiaco in Italia

Il 4 agosto 2021 dopo un lungo iter parlamentare è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la nuova legge di “sistema” per la gestione dell’arresto cardiaco in Italia.

Un focus importante è stato dedicato alla formazione nelle scuole di ogni ordine e grado con iniziative dedicate agli studenti e al personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario.

Il progetto “Kids save lives: imparare come salvare una vita” risponde pienamente agli obiettivi raccomandati dalla nuova legge con un approccio innovativo e inclusivo.

App

SCOPRILA

La fiaba è dedicata ai ragazzi tra 6-10 ed è stata creata da Elastico, premio Andersen 2015, per l'associazione no profit IRC (Italian Resuscitation Council) nell’ambito del progetto "Kids save lives", sostenuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per la diffusione delle conoscenze base del primo soccorso nelle scuole e fra le famiglie.

La fiaba dell'Orso Tum-Tum e della Famiglia Scoiattoli racconta in modo giocoso un concetto fondamentale: in caso di arresto cardiaco e ostruzione delle vie aeree, intervenire si può; anzi, si deve. Con pochi gesti: basta impararli. Il più presto possibile, magari giocando. Cominciate subito: entrate con i vostri bimbi nel magico mondo del bosco, ascoltate la storia… e toccate tutto ciò che vedete sullo schermo: vi aspettano moltissime sorprese! Nella parte dedicata a mamma e papà troverete invece alcune notizie essenziali su come agire in queste situazioni di emergenza.

Azienda USL di Bologna con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ha realizzato l’aggiornamento della versione 2022.

SCOPRILA

La fiaba dell’Orso Tum-Tum torna in versione realtà virtuale per raccontare in modo giocoso un concetto fondamentale: in caso di arresto cardiaco, intervenire si può; anzi, si deve. Con pochi gesti: basta impararli. Il più presto possibile, magari giocando. Cominciate subito: entrate con i vostri bimbi nel magico mondo del bosco, ascoltate la storia… e immergetevi nel magico mondo del Picnic mozzafiato VR !!!

Questa app è una un’iniziativa di Azienda USL di Bologna in collaborazione con Italian Resuscitation Council e con il contributo di Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna.

Azienda USL di Bologna promuove le campagne di sensibilizzazione sull’arresto cardiaco nella popolazione e nelle scuole per migliorare la sopravvivenza dei pazienti vittime di arresto cardiaco. Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna ha contribuito alla realizzazione della app. Italian Resuscitation Council, IRC è un’associazione scientifica senza scopo di lucro che conduce da anni un’intensa opera di formazione nel campo della rianimazione cardiopolmonare e delle emergenze cardiorespiratorie. Dal 2013 IRC organizza periodicamente campagne di sensibilizzazione sul territorio italiano (Settimana viva!).

SCOPRILA

School of CPR è un progetto innovativo sviluppato in realtà virtuale per smartphone che ha l’obiettivo di sensibilizzare, informare e formare la popolazione scolastica delle Scuole Secondarie sulle manovre da eseguire in caso di emergenze cardiorespiratorie nell’adulto e nel bambino.

School of CPR prevede un addestramento in ambiente virtuale utilizzando due scenari diversi: arresto cardiaco extraospedaliero nell’adulto in una location prestigiosa come piazza Santo Stefano di Bologna e arresto cardiaco pediatrico in una scuola. Ogni scenario mostra un paziente collassare dopo un arresto cardiaco. L’utente viene guidato nel corso dello specifico scenario: valutazione dello stato di coscienza, valutazione della respirazione, richiesta di aiuto, RCP e utilizzo di un DAE. L’obiettivo è rispondere in modo adeguato alle diverse domande in modo corretto per procedere nella rianimazione del paziente vittima di arresto cardiaco

SCOPRILA

L'App DAE RespondER è stata sviluppata dal Sistema 118 con l'obiettivo di contribuire a ridurre i tempi di intervento sui casi di arresto cardiaco presunto, che si verificano sul territorio della Regione Emilia Romagna. Si tratta di uno strumento informatico completamente integrato con le Centrali Operative 118 della Regione, che permette di allertare rapidamente i DAE Responder e gestire la mappatura regionale dei DAE sul territorio.

L’obiettivo principale di questo progetto è quello di utilizzare le tecnologie oggi a disposizione per allertare immediatamente ed in automatico il personale laico all’uso dei DAE, nel momento stesso della attivazione dei mezzi di soccorso da parte della Centrale Operativa 118, riducendo così il tempo di applicazione della defibrillazione delle vittime di arresto cardiaco.

L’ app è completamente integrata con le centrali operative del 118 della Regione Emilia Romagna e consente di allertare le persone registrate, che si trovano nelle vicinanze di un sospetto arresto cardiaco, nel momento stesso in cui la centrale operativa 118 lo registra. Chi riceve l’allertamento può quindi rendersi disponibili ad intervenire. L’app mostra sulla mappa i DAE censiti e disponibili, in funzione dell’orario di consultazione, ed il luogo dell’evento su cui intervenire.

L’app prevede inoltre, in ottica collaborativa, la possibilità di partecipare al sistema al censimento dei DAE presenti sul territorio con le funzioni: “segnala un nuovo DAE” e “segnala un problema”.

Per ogni DAE, oltre alla ubicazione, è possibile definire la disponibilità (giorni, orari) per renderne più efficace la localizzazione in caso di emergenza, ed anche gestire le informazioni relative alle scadenze di manutenzioni, con l’obiettivo futuro di rendere sempre più efficace il monitoraggio della presenza dei DAE sul territorio.

Per approfondimenti sul progetto: www.118er.it/dae

Kids Save Lives

La dichiarazione “Kids Save Lives” – “Training School Children in Cardiopulmonary Resuscitation Worldwide” predisposta e promossa da European Patient Safety Foundation (EuPSF), European Resuscitation Council (ERC), International Liaison Committee on Resuscitation (ILCOR), World Federation of Societies of Anesthesiologists (WFSA) e sostenuta da tutti i Council Nazionali (I ragazzi salvano le vite – Addestramento degli scolari di tutto il mondo alla rianimazione cardiopolmonare) con Patrocinio di WHO (World Health Organization – Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS).

La dichiarazione “Kids save lives” sottolinea l’importanza dell’insegnamento della RCP ai ragazzi in età scolastica in tutto il mondo. L’introduzione di soltanto due ore di lezione di RCP all’anno, indirizzate ai ragazzi dai 12 anni compiuti, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità aumenterebbe il tasso di sopravvivenza all’arresto cardiaco con ripercussioni significative sulla salute globale.

Informazioni utili:

KIDS SAVE LIVES: imparare come salvare una vita – Sinossi del progetto
Viva! la settimana per la rianimazione cardiopolmonare
Italian Resuscitation Council - Progetto Scuola
Linee guida ERC 2021 Sistemi che salvano vite

Eventi

PROGETTATO DA:

IN COLLABORAZIONE CON:

CON IL CONTRIBUTO DI: